È ora di dire basta

In ogni civiltà che la storia ricorda o tramanda, non vi è mai stata un evoluzione, anzi. L’ evoluzione necessaria per sconfiggere il tempo, un evoluzione basata su principi unici. È tanto semplice quanto impossibile. Una civiltà unita, pacifica, generosa e rispettosa. Questo è impossibile ora, solo per pochi fattori che ne ostacolano la riuscita. Il denaro è uno di questi, la proprietà privata, l’ Ego e la falsa intelligenza. Noi occidentali dovremmo vergognarci di ciò che abbiamo e continuiamo a fare. Il nostro benessere si basa sulla sofferenza di altri e questo non può rendere una civiltà intelligente. Vedo animalisti e vegani lottare per i diritti degli animali fregandosene completamente di altri uomini più sfortunati, bambini che non vedono il domani tanto la sofferenza che li circonda, guerre, malattie, pestilenze, violenze sessuali, schiavismo e qui mi fermo perché potrei scrivere un poema sulla sofferenza nel mondo. È ora di dire basta a tutto questo. È ora di diventare Umani. Non si può avere colpa per il luogo in cui ogniuno di noi viene al mondo, se mai i più fortunati, che devono questo al fato, Dio, al destino o al Karma, dovrebbero rimediare al gap che definisce chi ha diritti e chi no. Non dipende in cosa credi , perché questi fattori esistono e ci comandano. La bilancia che dovrebbe bilanciare il futuro dei popoli pende sempre dalla stessa parte. La parte dei poteri, la parte del denaro, la parte più inutile dell’ esistenza. Io da cittadino del Mondo soffro e vivo condizionato da questa sofferenza, non riesco più a gioire di una vita basata su questi fattori che distinguono l’ uno dall’ altro. Si soffro e mi limito a fare ciò che è in mio potere per fare qualcosa, ma i Rambo funzionano solo nei film, uno contro tutti o pochi contro la massa non fanno la differenza. Noi tutti dovremmo arrivare alla consapevolezza di questi fattori per poter iniziare un percorso maturo di spiritualità. La meditazione è un calmante spirituale dei problemi che lo spirito percepisce attraverso gli elementi. Il nostro spirito sente la sofferenza della terra, sente il pianto dei popoli, il dolore della guerra e fame nel mondo. Voi pensate di essere disconnessi uno dall’ altro ma non è così, ognuno di noi è legato agli altri con fili invisibili, legami quantistici, anche se distanti le forze interagiscono. La pazzia dell’ uomo non è pensare di essere in vita per caso, ma di essere in vita e non provare a migliorare la condizione umana propria e degli altri. Abbiamo perso tutto ciò che era di spirituale in noi se non pensiamo a ciò che ci circonda e che potrebbe colpirci un futuro, in questa o la prossima vita..
Perdere l’umanità porta ad un risultato logico e matematico. Ciò che dovrebbe distinguere un uomo da un animale è appunto la capacità, grazie all'”intelligenza”, di garantire la vita a tutti gli esseri viventi che lo circondano. La capacità di distinguere leggi Naturali da scelte libere, che prese senza coscienza non può che risultare un danno per qualcuno o qualcosa, ed essendo tutti facenti parte di un complesso sistema biologico, deve entrare in testa ad ognuno di Noi che come ci comportiamo oggi è il risultato di scelte prese in passato da Uomini che avevano la loro verità, la loro conoscenza, la loro coscienza e la loro scienza. L’ umanità sta camminando verso un precipizio di cui non vede il limite, lo percepisce grazie ai sensi, alle informazioni di cui necessita, grazie ad uno spirito compassionevole e di conseguenza molto sensibile e di alta frequenza. Il “Vedere”, aiuta il cervello a immagazzinare informazioni necessarie all’accrescimento spirituale nel percorso evolutivo. Chi di Voi riesce a guardare le immagini qui sotto senza soffrire? Chi di Voi si dice la Verità guardando quelle immagini. Come si può vivere felici sapendo che esiste questo?. Il precipizio esiste per logica. Certe leggi sono visibili. Noi siamo esseri che vivono in un ambiente inquinato in tutto, non solo ambientale e ciò che ne consegue, ma a livello spirituale, a livello intellettuale e fisico. Inquinati da informazioni sbagliate. Inquinati da obbiettivi sbagliati. Avvelenati nel cibo. Quanto pensi possa durare una civiltà paragonabile ad un treno con molti passeggeri a bordo guidati da macchinisti e capeggiati da controllori che ci portano verso il precipizio. Io voglio scendere da quel treno. Io vorrei che scendessero tutti da quel treno. Inconsciamente potremmo nascere sul quel treno e credere che sia l’unico posto che meritiamo, eppure guardi fuori e vedi che c’è altro. Se puoi immaginare puoi scegliere, i dubbi ti porteranno per logica alla verità perché questi alimentano la curiosità naturale dell’essere vivente. Una persona intelligente crea continuamente dubbi, verifica con l’esperienza ciò che dice e fa. Ti auguro di avere dubbi e di provare a toglierli ricercando, studiando e agendo con coscienza verso te e gli altri. Perché le tue scelte ti diranno chi sei.
Mirco M. G. Mauri

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...