Uomo

Tu uomo
che cammini a stento
in campi arsi e colmi di spine
velenose e pungenti
di anime intrise.
Il tuo campo logorato
non trova cura nel tempo
che tanto hai percorso
senza alcun cambiamento.
Un cammino obbligato
che rende l’ uomo strumento
dell’ opera di Dio
tu sei il compimento.
Quella croce,
che fatichi a portare
che per i propri peccati
nel tempo operi a curare.
O uomo
Se capissi il concepimento
tutto il tuo dolore
cesserebbe dal tormento
al progetto e al fondamento.
La fonte del potere
risiede nel cuore
quale ponte al volere
ove il tuo padre creatore risiede.
Se lasciassi i tuoi fardelli
con la forza dell’ amore
non sai cosa compiresti
unito ai tuoi fratelli.
O uomo
Ripercorri gli stessi errori
senza capire i motivi e reazioni
di quella causa che determina
il susseguirsi delle azioni.

Mirco M. G. Mauri

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...